E’ l’architetto Giuseppe Calabrese, laureatosi alla “d’Annunzio” il vincitore del prestigioso e avveniristico premio internazionale “Mars City Design 2020“, (sezione Marschitecture), sponsorizzato dalla NASA.

L’architetto Giuseppe Calabrese si è laureato sotto la guida del professor Carlo Varagnoli, Ordinario di Restauro presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio”, con una tesi su “L’arte delle costruzioni a Loreto Aprutino: attraverso la conoscenza verso la Restaurazione”, incentrata sulla  conservazione dell’architettura in terra cruda a Loreto Aprutino. Si è poi stabilito in Australia, dove lavora in un quotatissimo studio professionale.

<L’aspetto più interessante – commenta il professor Varagnoli – è che il sistema messo a punto dall’architetto Calabrese per sviluppare il progetto vincitore del premio internazionale “Mars City Design 2020”, riprende i fondamenti della tradizione appresi nella tesi in Restauro Architettonico, applicandoli alla realtà di Marte: muri in terra, volte nubiane, ecc. E’ un bell’esempio di quanto lo studio del passato possa guidare la visione del futuro>. Fonte articolo UD’A
.

Vedi anche il servizio del TG5
.