Il concorso, indetto dalla Regione Abruzzo per l’a.s. 2014-2015, ha visto protagonista il CedTerra con i suoi operatori impegnati in numerosi progetti riguardanti i temi della Bioedilizia, del Territorio e delle Risorse Naturali.
Sono state coinvolte diverse classi degli Istituti Comprensivi di Bucchianico, Chieti (I.C.2), Fara Filiorum Petri, San Giovanni Teatino e Pescara (I.C.8) per un totale di circa 500 bambini, ottenendo ottimi risultati.
Le attività sono state varie e si sono svolte sul territorio, con passeggiate alla scoperta delle Case di terra e del paesaggio in cui sono inserite. Si è percorso il fiume Alento scoprendone le bellezze e valutandone le criticità.
Tanti sono stati i laboratori che hanno visto i bambini partecipare attivamente e confrontarsi con i processi di autocostruzione, manipolando i materiali naturali, terra, paglia e acqua, creando prototipi abitativi tra i più diversi e fantasiosi. Tutto questo ha portato i ragazzi ad avere una consapevolezza più profonda delle loro radici, riappropriandosene in chiave moderna, identitaria proiettando idee e riflessioni verso un futuro sostenibile.